header

€ 0 to € 45.000.000

Altre caratteristiche
Advanced Search

€ 0 to € 45.000.000

Altre caratteristiche
Your search results

Lo spazio all’aperto, lo smart working e i vantaggi per la salute domineranno i servizi nel 2021.

by Portofino Property on 9 Marzo 2021
Lo spazio all’aperto, lo smart working e i vantaggi per la salute domineranno i servizi nel 2021.
Comments:0

Backyard Décor Ideas: Creative Outdoor Ideas to Inspire Your Own Space | Martha Stewart

Se prima del 2020 difficilmente ci si sarebbe imbattuti in un acquirente interessato a conoscere ogni dettaglio del regime di pulizia di un edificio e della tecnologia di filtrazione dell’aria, oggi, questo tipo di domande sono all’ordine del giorno.

“Stiamo vedendo una maggiore concentrazione sulla pulizia e l’igiene come la cosa più importante”, ha affermato Andrew Barrocas, CEO di MNS Real Estate a New York City. “Assicurarsi che tutto sia igienizzato, chiedendo se ci sono porte che si aprono elettronicamente o funzioni touchless.”

Come per tanti altri aspetti della vita quotidiana, la pandemia di Covid-19 ha cambiato il panorama nello sviluppo del lusso, con molti acquirenti e affittuari di fascia alta ancora bloccati a casa e le cui priorità vanno diversificandosi.

“Ci sono tre cose importanti negli edifici: spazio, privacy e sicurezza”, ha affermato Lauren Witkoff, vicepresidente esecutivo della società di investimenti e sviluppo The Witkoff Group con sede a New York. “Anche gli spazi di servizio stanno diventando più importanti, perché se sei bloccato a casa tutto il giorno, vuoi uscire dal tuo appartamento”.

In un certo senso, tuttavia, il panorama dei servizi non è cambiato così drasticamente come si potrebbe pensare.

Gli spazi di co-working e le aree esterne più grandi erano di tendenza molto prima dell’arrivo della pandemia, ad esempio, così come la programmazione incentrata sulla salute che andava da spazi di allenamento servizi più mirati per il benessere.

“Penso che tutto ciò che riguarda la salute sia una tendenza a lungo termine”, ha affermato Leonard Steinberg, capo evangelista di Compass. “Il consumatore di lusso ha un grande apprezzamento per il lusso che non è solo cosmetici e lanugine. Stanno cercando sostanza e autenticità, e la salute è la sostanza e l’autenticità per eccellenza”.

Nel 2021, quindi, gli acquirenti possono aspettarsi che i programmi di amenità si concentrino su aggiornamenti pratici e di qualità della vita che vanno dall’aumento dello spazio esterno e della luce naturale a spazi per uffici sicuri e privati, alla tecnologia touchless e alla consegna dei pacchi, alla filtrazione dell’aria e alla prevenzione Covid.

Ecco cosa ha in serbo il prossimo anno di servizi di lusso:

 

Gli spazi esterni diventano più grandi, più attentamente curati.

Dopo mesi trascorsi per lo più chiusi in casa, l’aria fresca e lo spazio esterno sono diventati il ​​centro delle ricerche di appartamenti per molti acquirenti.

“In passato, abbiamo sempre scherzato sul fatto che tutti vogliono sapere se c’è una terrazza sul tetto, ma non la usano mai”, ha detto Lisa K. Lippman, un broker con Brown Harris Stevens a New York City. “Ma ora questi spazi vengono utilizzati, è diventato molto più importante per le persone. Se non ti senti a tuo agio a lasciare il tuo edificio, almeno puoi stare fuori”.

Gli edifici di nuova costruzione si stavano già concentrando maggiormente sugli spazi esterni prima di questo brusco cambiamento della domanda, offrendo piccoli parchi in loco, più aree esterne per edificio e una varietà di posti a sedere e opzioni di attività.

A Front and York, un nuovo condominio nel quartiere Dumbo di Brooklyn, “Abbiamo un parco di mezzo acro al centro dell’edificio, e al livello otto, ci sarà una grande quantità di spazi programmati  all’aperto”, ha affermato Jason Schreiber, principale presso CIM Group, uno degli sviluppatori dell’edificio. “Ci sarà una piscina all’aperto, un cinema, una sala con caminetto, un barbecue.”

Gli sviluppi negli Stati Uniti stanno concentrando un’attenzione simile su ampi spazi aperti. A Villa Valencia, un’imminente realtà in via di sviluppo a Coral Gables, in Florida, “Le nostre unità hanno una superficie media di 1.000 piedi quadrati di terrazza all’aperto, abbiamo un parco pubblico che stiamo sviluppando in loco, e c’è un enorme ventaglio di servizi e un centro benessere sia indoor che outdoor”, ha affermato Rishi Kapoor, CEO a Location Ventures.

Watermark, un nuovo noleggio di lusso a Washington, DC, presenterà una terrazza sul tetto con piscina, posti a sedere, bocche per il fuoco e griglie, oltre a più patii ai livelli inferiori, una corsa per cani all’aperto e una passerella lungo il fiume.

Lo spazio all’aperto è un’attrazione particolare per le famiglie e edifici come 77 Greenwich, nella parte inferiore di Manhattan, includono aree giochi per bambini dedicate tra le loro opzioni all’aperto.

Con i blocchi invernali che incombono in alcune città,  abbiamo modo di osservare lampade riscaldanti, bracieri e altri sforzi per garantire che le aree esterne possano rimanere un’attrazione nell’arco di tutto l’anno.

“Il Centrale [nel centro di Manhattan] ha progettato un programma di servizi che si rivolge alle quattro stagioni della vita di New York City”, ha affermato Susan de França, presidente e CEO di Douglas Elliman Development Marketing. “C’è una sala di intrattenimento a doppia altezza che si apre su un’area coperta all’aperto, e dietro c’è un parco per cani dove i proprietari possono portare i loro animali domestici a correre in un ambiente sicuro.”

“Qualsiasi opportunità per identificare spazi in cui si può vivere e stare con i propri vicini e sentirsi al sicuro è decisamente importante”, ha aggiunto la de França.

Le palestre giganti vengono scambiate per stanze private.

Mentre gli edifici con aree training più grandi sono diventati creativi distanziando le macchine, pulendo rigorosamente e stabilendo limiti di capacità. Il futuro del fitness all’interno dell’edificio risiede in spazi più piccoli e separati che offrono sia privacy che sicurezza.

“In diversi edifici ci sono palestre con più sale: una per i pesi, una per il cardio, una per lo stretching, una per il pilates”, ha detto Steinberg. “Tutti questi diversi scomparti sono molto più attraenti ora di un solo grande spazio aperto”.

Sia gli edifici esistenti che quelli di nuova costruzione stanno suddividendo lo spazio della palestra in stanze che possono essere utilizzate per una varietà di allenamenti personalizzati.

“Quello che vedremo nei nuovi edifici è un passaggio a spazi più piccoli, più unici e personalizzati che si tratti di una sala yoga, una sala pilates, un campo da squash”, ha detto la signora Lippman. “La tendenza sarà lontana dalle grandi palestre e più verso spazi più piccoli che possono essere riservati per ciò che l’individuo desidera”.

E proprio mentre le terrazze all’aperto si stanno espandendo in spazi più ampi, “Sono finiti i giorni in cui le persone mettevano centri fitness negli scantinati”, ha affermato Ryan Serhant, agente immobiliare e fondatore e CEO di SERHANT, con sede a New York City. “Al 101 West 14th Street, abbiamo preso quello che avrebbe potuto essere un grande appartamento al secondo piano e abbiamo messo i servizi lì, in modo da ottenere un’ottima luce.”

Aspettatevi di vedere anche più piscine, anche a New York City, dove tendono ad essere una rarità. Al The Smile, un edificio in affitto di lusso di East Harlem progettato da Bjarke Ingels Group, oltre a una piscina sul tetto, “abbiamo aggiunto queste vasche idromassaggio private e aree grill dove organizzare veri e propri piccoli ricevimenti”, ha affermato David Blumenfeld, Principal di Blumenfeld Gruppo di sviluppo (BDG). “È un bel modo per creare quell’ambiente da hotel”.

Share

Compare